L’amore nel regno del mare Torna la «Sirenetta» Disney

Il cartoon, distribuito solo su dvd, racconta la storia della giovane Ariel

da Montecarlo

Tuffarsi nel profondo oceano della fantasia Disney stuzzica sempre il fanciullino che è in noi. Quando poi il film è azzeccato, rimane sempre una meraviglia. A quasi vent’anni dalla prima Sirenetta, vincitrice di due Oscar per le musiche, la casa americana torna a incantare con un gioiellino di animazione destinato direttamente alla visione domestica. Il dvd de La Sirenetta - Quando tutto ebbe inizio racconta la storia di Ariel preadolescente, molto tempo prima che incontrasse il Principe Eric. In quell’epoca, a causa della morte della Regina Athena, il re Tritone ha imposto il lutto nel regno acquatico di Atlantica, e la musica è bandita. La giovane Ariel cresce così con le sei sorelle senza amore e senza musica, fino a quando scopre per caso un night club clandestino dove i pesci si ritrovano a far baldoria. Ariel, divisa tra il senso di dovere verso la famiglia e l’amore per la musica, dovrà compiere la scelta più difficile della sua vita e combattere contro la subdola governante per riportare la musica, nel regno di Atlantica. Con lei i beniamini Sebastian, il granchio, e Flounder, il pesciolino giallo sua spalla.
Poco Andersen e molta Broadway, in questa nuova produzione dei Walt Disney Studios. La macchina da presa danza negli abissi con grande suggestione. Si torna dunque «in fondo al mar» con un inedito brio tutto femminile e a ritmo di calypso, nella miglior scia del primo film, che aveva già avuto un seguito nel 2000. Il terzo capitolo è stato presentato dai creatori fra le acque della baia di Montecarlo, popolandone le acque di tritoni e fanciulle pinnuti. Così il Principato di Monaco, terra fuori dal mondo spesso popolata di sogni e principi, per una sera si è trasformato in un parco a tema disneyano. I flutti risuonavano magicamente delle note di Mi ricordo, la canzone che fa da leit motiv al film. Un vero concerto sottomarino, riuscito grazie alla performance di Michel Redolfi, il 56enne pioniere e compositore di musica in immersione che più di 20 anni fa presentò il primo concerto diffuso sott’acqua, «Sonic Waters». Una tecnologia sviluppata negli Stati Uniti e oggi applicata a decine di parchi acquatici. «Il mare è popolato di oltre 20mila suoni, di cui spesso noi conosciamo solo i richiami dei grandi mammiferi» dice Redolfi. Lo conferma anche il dvd de La Sirenetta - Quando tutto ebbe inizio, che nelle ore di extra offre la possibilità di fare il karaoke coi pesci del film.