L’amore al tempo di Prince (e che classe Salma Hayek)

Eppure c’è qualcosa. C’è qualcosa di nuovo nel Prince che annusa il fazzoletto di seta dell’amata, che suona un sorprendente assolo di chitarra mentre due ballerini acrobati si muovono in sincrono con le note, che gira per i corridoi di questa casa colonica di Marrakesch giocherellando con una mela verde. C’è qualcosa di nuovo (per lui) anche nella bellezza piena e melodiosa di Mia Maestro che lo affianca in questo video di Te amo corazon spuntato dal nulla l’altro giorno. Prince è entrato nella sua seconda età, quella degli amori profondi, goduti, centellinati, non più passionali ma appassionati, sganciati, evviva, dal fuoco matto della gioventù. Certo, il merito di queste immagini è di Salma Hayek, per la prima volta regista, ma si vede che Prince le veste alla perfezione, è a suo agio in un’atmosfera da Tè nel deserto, sospesa come le tende nei saloni, liscia come la seta dei letti che sono poi la porta d’ingresso di questo video: Prince, il genietto di Minneapolis, ora è capace di sdraiarsi in due, non è più da solo col suo talento, così morbido, finalmente, e così sicuro da lasciare spegnere il video con un sax piano senza neanche bisogno di un finale, come a dire eccomi di nuovo qui, ma potrei essere un altro che mi riconoscereste lo stesso.

PRINCE - Te amo corazon (Universal)