L’ANCI LIGURIA CONTRO GLI ACCORPAMENTI

L’Anci Liguria annuncia battaglia alla manovra che vorrebbe accorpare i piccoli comuni con meno di mille abitanti a quelli limitrofi. E aderisce alla manifestazione di lunedì a Milano di tutti gli amministratori del Nord. «L’obiettivo - si legge in una nota dell’Associazione Nazionale Comuni d’Italia - è richiamare la massima attenzione dell’opinione pubblica, delle istituzioni, dei partiti e delle organizzazioni sociali ed economiche proprio mentre a Roma sarà in corso il dibattito sulla manovra in Commissione al Senato».
Ma ecco l’elenco dei paesini della Liguria (100) che rischiano di scomparire e dei loro amministratori (150) che parteciperanno al corteo.
I comuni sono: Airole, Albenga, Albisola Superiore, Ameglia, Andora, Apricale, Armo, Aurigo, Balestrino, Bardineto, Bargagli, Bergeggi, Bogliasco, Bonassola, Borghetto d’Arroscia, Borghetto Santo Spirito, Borgio Verezzi, Bormida, Bugnato, Cairo Montenotte, Calice al Cornoviglio, Calice Ligure, Campo Ligure, Campo Morone, Carpasio, Casella, Castelvecchio Rocca Barbena, Castelvittorio, Ceriale, Cesio, Chiavari, Cisano sul Neva, Civezza, Cogoleto, Coreglia Ligure, Costarainera, Dolceacqua, Dolcedo, Favale di Malgaro, Finale Ligure, Fontanigorda, Framura, Genova, Giustenice, Isolabuona, La Spezia, Loano, Lumarzo, Magliolo, Masone, Mele, Mignanego, Millesimo, Molini di Triora, Monterosso al Mare, Murialdo, Neirone, Olivetta San Michele, Onzo, Orco Feglino, Ortonovo, Osiglia, Perinaldo, Piana Crixia, Pietrabruna, Pigna, Pignone, Pompeiana, Pontedassio, Portofino, Prelà, Rapallo, Recco, Rialto, Riccò del Golfo, Rocchetta di Vara, Rocchetta Nervina, Ronco Scrivia, Rossiglione, San Biagio della Cima, San Lorenzo al Mare, Sanremo, Santo Stefano di Magra, Sarzana, Sassello, Savignone, Seborga, Serra Riccò, Sestri Levante, Soldano, Spotorno, Stella, Stellanello, Tiglieto, Triora, Urbe, Vallecrosia, Vasia, Vernazza, Vezzano Ligure, Vezzi Portio, Vobbia, Zignago.