L’Angelus Ratzinger: «Prudenza al volante per rispettare la vita di tutti»

Chi viaggia in auto sia prudente e responsabile. È l’appello di cui si è fatto interprete il Papa, in occasione della Giornata mondiale delle vittime degli incidenti stradali. Al termine della preghiera dell’Angelus in piazza San Pietro, nei saluti ai gruppi di fedeli di varie nazionalità, Benedetto XVI ha affidato le anime delle vittime della strada alla «misericordia di Dio». «Incoraggio - ha detto - tutti coloro che percorrono le strade del mondo alla prudenza, nello spirito di responsabilità per il dono della salute e della vita propria e altrui. Il Signore protegga quanti viaggiano e benedica tutti». Benedetto XVI ha voluto farsi presente, con un collegamento tv dopo la preghiera dell’Angelus, alla celebrazione nazionale della Giornata del Ringraziamento in corso ad Ivrea, in Piemonte. «Volentieri - ha detto - mi unisco spiritualmente a quanti sono riconoscenti al Signore per i frutti della terra e del lavoro dell’uomo, rinnovando l’invito pressante al rispetto dell’ambiente naturale, risorsa preziosa affidata alla nostra responsabilità».