L’Ania: dal decreto Bersani per noi soltanto dei vincoli

da Pisa

«Si chiama liberalizzazione quello che è, invece, un intervento di ordine opposto di introduzione di vincoli». Lo ha detto Fabio Cerchiai, presidente dell’Ania (l’associazione italiana delle compagnie di assicurazione), a margine di un’iniziativa della Scuola superiore Sant’Anna di Pisa, criticando le norme del decreto Bersani che vietano il mandato esclusivo di agenzia per l’Rc auto.
«In tutta Europa - ha spiegato Cerchiai - esiste un sistema distributivo pluricanale dove tutti convivono e danno un ampio ventaglio di possibilità di scelta agli utenti. Così deve essere anche in Italia perché siamo una regione dell’Europa».
Il presidente dell’Ania ha poi ricordato il ricorso alla Commissione europea contro il decreto Bersani sul divieto di monomandato per la Rc auto: «Attendiamo che l’Europa si pronunci», ha osservato. Su eventuali iniziative a sostegno della posizione dell’associazione, Cerchiai si è invece limitato a replicare come «noi non annunciamo nulla di diverso dal desiderio di fare affermare il diritto della libertà di fare impresa e di farla nel rispetto dei principi europei, al pari del diritto del consumatore alla migliore tutela».