L’Anp è sull’orlo della bancarotta

L’Autorità nazionale palestinese (Anp) è in crisi fiscale e sull’orlo della bancarotta, tanto che già dal mese prossimo potrebbe non essere in grado di pagare lo stipendio a 130mila tra impiegati e membri delle forze di sicurezza. Lo denuncia in un’intervista al quotidiano israeliano Haaretz Nigel Roberts, il rappresentante della Banca Mondiale nei Territori che si appresta a tornare al quartier generale di Washington dopo cinque anni di missione. «Il governo palestinese ha bisogno della continua assistenza della comunità internazionale - afferma - e per assicurarsela deve cominciare ad assumersi le proprie responsabilità». La Bm, d’accordo con l’Ue, ha congelato 60 milioni di dollari destinati al bilancio dell’Anp.