L’anti-Di Pietro seduto vicino a Di Pietro

(...) Barani è lunigiano, luneziano verrebbe da dire: sindaco di Aulla prima e di Villafranca in Lunigiana poi. Terre di confine. Terre che profumano più di Liguria che di Toscana. Terre che vorrebbero venire in Liguria. Terre che, ad esempio, leggono il Giornale di Genova e della Liguria. E quindi, a pieno titolo, si può considerare uno di noi. A rigor di logica, Barani è un neodeputato. Ma, se possibile, era onorevole molto prima di esserlo. Nel suo curriculum mediatico ci sono i cartelli di «Aulla città dipietrizzata»; c’è il conferimento della cittadinanza onoraria della sua città a Bettino Craxi, nel momento in cui era esule ad Hammamet; c’è l’intitolazione di una piazza di Aulla a Bettino Craxi; c’è l’inaugurazione di una stele alle vittime di Tangentopoli; c’è la posa di una statua di Bettino Craxi; c’è il monumento a Marco Pantani, vittima della giustizia sportiva; ci sono i pellegrinaggi ad Hammamet... Tutta roba perfetta per i titoli dei giornali, ma che hanno portato anche Aulla al centro di un mondo che non ha mai accettato la giustizia ingiusta. Ad annunciare il deputato toscano che però è ligure, è stato nella seduta inaugurale un deputato ligure che però è toscano, Fabio Mussi. Che ha scandito con il suo accento da anni di Piombino: «Comunico altresì che, in data 27 aprile 2006 è pervenuta alla Presidenza la seguente lettera del deputato Gianni De Michelis: “Onorevole Presidente, essendo stato proclamato deputato per la circoscrizione Toscana e rivestendo tuttavia la carica di parlamentare europeo, incompatibile con il mandato parlamentare ai sensi dell’articolo 5-bis, comma1, lettera a), della legge numero 18 del 1979, come modificata dalla legge numero 78 del 2004, rassegno le mie dimissioni da deputato per optare a favore della carica di parlamentare europeo. Con i migliori saluti. Firmato: Gianni De Michelis“». Qualche minuto dopo, Mussi ha spiegato che «il candidato nella lista Dc-Nuovo Psi, nell’ambito della circoscrizione Toscana, che segue immediatamente De Michelis, risulta essere Lucio Barani». Conclusione: «Nella circoscrizione XII Toscana risulta eletto Lucio Barani». Insomma, la Liguria ha un deputato in più. Che ora andrà a sedersi al centro dell’emiciclo di Montecitorio. Ironia della sorte, il posto di Barani nel gruppo misto dovrebbe essere vicinissimo al gruppo dell’Italia dei Valori e all’onorevole Antonio Di Pietro. Lui, l’inventore della città dipietrizzata. Ne vedremo delle belle.