L’antidoping scagiona i biathleti austriaci «Vogliamo rifare le gare»

«Nessun atleta austriaco è risultato positivo al controllo antidoping effettuato dopo il blitz di sabato scorso a Pragelato e Cesana»: così ieri il Cio è intervenuto in una conferenza stampa affidata alla portavoce Giselle Davies. Immediata la reazione della squadra austriaca. Markus Gandler, direttore sportivo, ha chiesto che vengano ripetute le gare in cui i suoi atleti, risultati poi innocenti, hanno partecipato sotto choc per il blitz. Intanto, i magistrati di Torino e Pinerolo hanno interrogato i responsabili delle squadre austriache di fondo e di biathlon, ma anche i cuochi e un autista. Partita una denuncia a carico di un atleta che ha gettato da una finestra alcune sacche con materiale ematico. Austria e doping: mossi altri sospetti. Beat Villiger, coach svizzero, si chiede: «Come ha fatto Hermann Maier a mettere su otto chili di muscoli in un anno?».