L’antifascismo militante degli inutili centi sociali

Ritengo che i centri sociali non abbiano assolutamente un ruolo importante non liberando e non restituendo nuovi spazi per l’aggregazione e la socialità, non sono, quindi, un argine al degrado e non promuovono cultura, musica, arte di buon livello. Al contrario, li ho sempre ritenuti palestre per aggressioni, violenze, minacce. Non condivido pertanto la necessità di regolarizzare queste «succursali» di partiti nelle quali la sinistra radicale ha intrappolato migliaia di ragazzi. I centri sociali sono solo strutture dove si pratica l’ «antifascismo militante».