L’Antitrust: «Matese e Torre vanno ceduti»

Parmalat

«La Parmalat deve cedere i marchi Matese e Torre in Pietra». L’ha deliberato l’Antitrust che costringe la società di Collecchio a vendere i due marchi entro un anno. E un altro brutto colpo arriva dalla Cassazione: la Centrale del latte di Roma, uno degli asset più importanti della Parmalat, potrebbe uscire dal controllo del gruppo. La ragione: la privatizzazione portata a termine dal Comune di Roma non è valida. E quindi decadrebbero il passaggio alla Cirio e la successiva vendita alla Parmalat. A sostenerlo è la Fattoria Latte Sano che, dopo aver fatto ricorso contro il Campidoglio davanti al Tar del Lazio, ha di recente avuto una pronuncia a suo favore. La disputa torna ora al Tar e potrebbe costringere il Comune di Roma a rifare la gara. Intanto la Latte Sano ha diffidato la Consob dal considerare la Centrale nel patrimonio Parmalat in caso di una quotazione in Borsa. Saranno invece i giudici della Corte di giustizia europea a decidere sulla controllata irlandese Eurofood.