L’Antitrust spiega perché ha detto no

Gas Natural-Endesa

Il tribunale spagnolo per la difesa della concorrenza (Tdc) ritiene che un’eventuale fusione tra Gas natural ed Endesa (che ha lanciato un’Opa su Gas Natural da 22 miliardi di euro lo scorso settembre) avrebbe «seri» effetti sulla concorrenza in Spagna e «scoraggerebbe gli investimenti su un mercato dell’energia che già soffre di un basso livello di concorrenza». Nel documento il tribunale spiega perché nei giorni scorsi ha esortato il governo spagnolo a bloccare il progetto, oltre a respingere un accordo collaterale siglato tra Gas natural e Iberdrola, in base al quale la seconda società attiva nell’energia in Spagna intende rilevare alcune attività di Endesa in Spagna, Italia, e Francia. Il ministero dell’Economia ha un mese di tempo per prendere una decisione. Gas Natural ha replicato «di rispettare la decisione» del Tdc, che «non è però vincolante» per il governo e ribadisce che «l’operazione prevista è vantaggiosa per il settore dell’energia spagnola e non pregiudica la concorrenza».