L’antivirus che protegge anche i piccoli navigatori

Prodotti gratuiti e a pagamento per garantire la sicurezza in rete

Massimo Carboni

da Milano

Non c’è dubbio che l’utilizzo di un buon software antivirus ad ampio spettro di protezione sia ormai un passo obbligato per navigare in rete. Uno dei migliori prodotti in commercio è rappresentato dal nuovo F-Secure Internet Security 2006. È il frutto delle conoscenze messe a punto in 15 anni di attività dall’azienda finlandese F-secure (www.f-secure.com), leader in questo segmento di software.
Si tratta di un prodotto che offre una protezione a 360 gradi partendo, innanzitutto dal riconoscimento e neutralizzazione di tutti i virus e worm (bachi) presenti in rete.
Inoltre il data base di riconoscimento dei virus viene aggiornato quotidianamente collegandosi ad Internet in modo da mantenere il sistema di difesa efficiente anche nei confronti degli ultimi ritrovati in tema di virus e affini.
Il prodotto sfrutta l’esclusiva tecnologia BlackLight che è particolarmente efficace per contrastare il fenomeno dei rootkit, strumenti che gli hacker utilizzano per mascherare gli attacchi ai sistemi rendendosi invisibili alla maggior parte dei software di protezione in uso.
In pratica attraverso l’uso di software particolari (uno ad esempio è Ettercap) gli hacker possono insinuarsi nel sistema diventandone gli amministratori, senza essere per questo smascherati.
Una cura particolare è stata rivolta anche al mondo dei bambini che sempre più spesso navigano esposti alle insidie della rete. Per loro è stato pensato un meccanismo che consente al genitore non solo di decidere in che momento della giornata e per quanto tempo possono navigare, ma permette anche di escludere i siti pericolosi con un sistema di black list. Il prodotto, nella versione tradotta in italiano, viene venduto a 59,95 euro ed è compatibile con sistemi operativi Microsoft a partire da Windows 98.
In rete sono però presenti anche ottimi prodotti gratuiti, spesso frutto di complessi progetti portati avanti sotto la bandiera dell’«open source».
Tra questi uno dei più promettenti è sicuramente Clamwin (www.clamwin.com/) ovvero la trasposizione su piattaforma Windows dell’ormai noto, agli utenti Linux, Clam. Clamwin, giunto alla versione 0.87.1, offre anche un programma in grado di connettersi ad Internet per aggiornare le definizioni dei virus e la possibilità di una integrazione nel menu contestuale (tasto destro del mouse) molto comoda per scansionare singoli file. È compatibile con diverse versioni di virus.
Il prodotto si presenta come il primo antivirus per piattaforme Win32 a essere software libero soggetto a licenza Gpl. Un altro ottimo prodotto commerciale, disponibile anche in una versione gratuita è AVG Free Edition di Grisoft (http://free.grisoft.com). Si tratta di un software con una sua consolidata tradizione che lo scorso 10 novembre ha presentato una versione rinnovata che offre una protezione ancora maggiore rispetto alle versioni precedenti. AVG Free Edition è disponibile senza limiti temporali per utenti casalinghi che non utilizzano il computer per lavoro.
Anche le aziende non profit sono escluse dall’utilizzo gratuito, anche se la casa offre sconti per tale categoria. Il software garantisce aggiornamenti automatici e la protezione degli account di posta elettronica. AVG Free Edition è disponibile per piattaforme Windows, compreso 95.