L’anziana grida il balordo fugge

Il tentativo di raggiro ai danni di un'anziana è stato, una volta tanto, sventato dalla vittima che, urlando a squarciagola, ha messo in fuga il malintenzionato. La donna, classe 1918, stava rientrando nella sua abitazione in via Palmanova, quando è stata avvicinata nell'androne del palazzo da un uomo. Il balordo, descritto solo come «vestito poco elegantemente», si è qualificato come dipendente comunale. Trucco frequentemente usato da questi squallidi individui. Il mascalzone poi, con la scusa di voler controllare la validità delle sue banconote da 50 euro, ha cercato di intrufolarsi in casa. La vecchietta però ha capito che qualcosa non quadrava e si è messa a strillare come un'aquila. E le sue urla hanno costretto il malvivente a mollare la presa e darsi alla fuga.