L’«Apocalypto» Maya firmata da Mel Gibson

Due settimane di astinenza da debutti vi hanno lasciato il segno? Non temete perché il 2007 (dal punto di vista cinematografico) inizia col botto visto che il 5 uscirà nelle nostre sale l'atteso Casino Royale, l'ultima pellicola delle avventure dell'agente segreto più famoso del grande schermo, quello 007 che, per la prima volta, avrà il volto di Daniel Craig. Il film è una sorta di rewind della carriera di James Bond. Lo vediamo, infatti, alle prese con la sua prima missione da agente segreto, alle prese con un banchiere che cura gli interessi di organizzazioni terroristiche. Per fermare Le Chiffre (questo il nome del cattivo di turno) il nostro 007 ha una sola possibilità: batterlo in un torneo milionario di poker che si disputerà al Casino Royale. Per tenerlo d'occhio, gli viene affiancato la bella Vesper Lynd, una burocrate del Tesoro che gli consegna i soldi per giocare. Un rapporto prima tumultuoso ma poi, con il passare del tempo, passionale. Nel film riconoscerete alcuni dei volti più noti del nostro cinema e vi divertirete per alcune «licenze» nella trama.
Apocalypto è la nuova pellicola firmata da Mel Gibson, un film che unisce azione e avventura. Ambientato durante la fase finale della civiltà Maya, Apocalypto racconta la storia di un uomo la cui esistenza è stata brutalmente sconvolta dalla ferocia degli invasori. Quando gli eventi precipitano, quest'uomo, spinto dall'amore che nutre per la sua donna e la sua famiglia, tenterà di tornare a casa per riuscire a salvare il suo mondo e la sua vita. Girato in Messico, a Catemaco e Vera Cruz, uno dei pochi tratti residui di foresta tropicale, il film presenta un cast interamente composto dalle popolazioni indigene americane.
L'aria salata, con Giorgio Casotti, racconta la storia di Fabio, un educatore che lavora con i detenuti per aiutarli a reinserirsi nella società. Un giorno conosce Sparti, condannato per omicidio, e l'incontro con il recluso riporterà alla luce alcuni dei fantasmi del passato di Fabio. Anche la sorella rischia di essere coinvolta, ma troppo grande è il rischio di rompere l'equilibrio faticosamente raggiunto.
Se avete nostalgia del 25 dicembre allora Mi sono perso il Natale potrebbe fare al caso vostro. La commedia ha per protagonisti un gruppo di ragazzini bloccati, a causa di una grossa nevicata, nell'aeroporto di Chicago. Impossibilitati a raggiungere le rispettive famiglie, i ragazzi festeggeranno il Natale a modo loro.
Infine, il giorno 6 uscirà Il grande capo, commedia diretta da Lars Von Trier. Protagonista del film è il proprietario di una società deciso a vendere tutto. Gli acquirenti chiedono di incontrare il presidente per definire l'affare. Il problema è che tale figura esiste solo di nome ma non di fatto. Al proprietario non resta che ingaggiare un attore fallito per affidargli il delicato ruolo.