L’appalto che turba i sonni di Merola

Alla vigilia del voto il Pdl bolognese passa all’attacco. Lo scomodo Lorenzo Tomassini in città è noto per le sue ricerche, inchieste che spesso hanno originato indagini giudiziarie. Questa volta il candidato punta il dito direttamente verso Virginio Merola, il candidato gaffeur della sinistra, con un passato di assessore all’Urbanistica al Comune di Bologna. Il lungo e discutibile iter dell’assegnazione dei lavori su un bando pubblico da undici milioni di euro per la costruzione di nuove case nell’area dell’ex mercato ortofrutticolo di Bologna, poi annullato dal Tar, è stato lapidariamente sintetizzato così: «Ci sono aspetti poco limpidi, chiediamo all’allora assessore Merola di chiarire la vicenda». Chissà se il candidato della sinistra riesce a ricordare l’accaduto. Forse è impegnato a sfogliare l’annuario del Bologna calcio per verificare in quale serie gioca.