L’appello del Colle Napolitano striglia i tg: «Troppa nera e giudiziaria È gara a chi grida di più»

Duro monito del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano al mondo dell’informazione televisiva. «Nei telegiornali viene dato uno spazio assolutamente abnorme alle notizie di cronaca nera a giudiziaria a scapito di notizie essenziali che finiscono per essere assenti, come le informazioni di politica internazionale», ha detto il capo dello Stato incontrando i giornalisti della redazione del quotidiano l’Eco di Bergamo. Napolitano ha criticato i toni di alcuni media: «Abbiamo molto spesso un’informazione gridata, altroché abbassare i toni, con una gara a chi grida di più. È una cosa che preoccupa è come sia difficile sottrarsi a questa rincorsa perversa» con chi «grida di più o con chi distorce o immiserisce di più l’informazione». «I fatti del mondo - ha concluso Napolitano - sono largamente sottaciuti nella nostra informazione, non soltanto televisiva». «Non posso che concordare con il presidente - ha commentato il direttore del Tg1 Augusto Minzolini -. Credo che il Tg1 sia il telegiornale che dà più spazio agli esteri, sono altri che dovrebbero riflettere sulle sue parole». «Condivido le parole del presidente della Repubblica - ha fatto eco il direttore del Tg2 Mario Orfeo -, proprio perché il Tg2 ha sempre cercato di fare del suo meglio per ispirarsi a principi di equilibrio e responsabilità ogni giorno». Il direttore del Tg La7 Enrico Mentana ha, infine, dichiarato che «il nostro telegiornale si è sempre ispirato a principi di equilibrio e responsabilità».