Dopo l’appello della Moratti ai milanesi a scendere in piazza, il Viminale annuncia l’arrivo di 110 poliziotti. Il sindaco ne aveva chiesti 500 «Nuovi agenti? Prima risposta positiva» Il prefetto Lombardi: «Così Milano è ancora più sicura». Apron

«Milano diventa così una città ancora più sicura». Gian Valerio Lombardi commenta la risposta del Viminale al grido di protesta lanciato dal sindaco Letizia Moratti: centodieci uomini in più e due nuovi commissariati in Lorenteggio e viale Monza.
«Risposta positiva che attua quanto deciso lo scorso autunno, quando il ministro degli Interni partecipò a una riunione del comitato per la sicurezza» nota il prefetto di Milano. Appuntamento tra governo e Istituzioni - regione, comune e provincia - dove si stabilì che per il controllo del territorio servissero cinquecento uomini: «Impegno che sarà mantenuto rafforzando ulteriormente il dispositivo anticrimine della città». Il prefetto Lombardi conferma pure che i due commissariati saranno aperti entro due settimane, «il primo, quello di Lorenteggio, sarà operativo nei prossimi giorni mentre il secondo, di Villa San Giovanni, entrerà in funzione la settimana (...)