L’Aquila Il segretario terrorizza la gente: non ci sono soldi

«Il decreto così come è stato fatto certamente non funziona. Non vengono mantenute le promesse. I cittadini dell’Aquila vogliono maggiori sicurezze». Il segretario del Pd, Dario Franceschini ieri in Abruzzo (dove ha inaugurato una sede tenda del Pd - nella foto) ha sparato a zero contro il governo, terrorizzando gli abitanti delle zone colpite dal terremoto: «Non ci sono le risorse né per l’emergenza né per la ricostruzione. Avevano annunciato 8 miliardi di euro, un miliardo per il primo anno e gli altri “spalmati” fino al 2039. Dove sono? I cittadini dell’Abruzzo non devono essere presi in giro».
All’allarme lanciato dal segretario Pd ha risposto Maurizio Gasparri, presidente dei senatori Pdl: ««È desolante che il responsabile pro tempore del Pd si abbandoni a polemiche penose perfino sulla tempestiva opera di ricostruzione delle zone terremotate dell’Abruzzo». Ancora più secco il ministro della Semplificazione legislativa Roberto Calderoli: «Franceschini ne dice tante di cose. Basta non ascoltarlo».