L’araba più bella del mondo va in trincea

L’hanno definita la donna più bella di tutto il Medio Oriente. Le basta uno sguardo per toglierti il fiato. Haifa Wehbe, è libanese, ha trent’anni, la quinta di reggiseno e una gran voglia di dare scandalo. Nonostante le minacce dell’ortodossia islamica non c’è censura che le abbia impedito di vendere migliaia di dischi. Che, vergogna delle vergogne, parlano d’amore. È stata fotomodella, è la copertina preferita dei settimanali di gossip, i suoi concerti in jeans e camicette scollatissime fanno ovunque il tutto esaurito, i ragazzi l’adorano, le ragazzine la imitano, per i libanesi è il massimo del sexy. E non si è fermata qui. Ha fatto da testimonial al defilé dello stilista libanese Abed Mahfouz quando ha lanciato un provocatorio abito da sposa rosso sangue «per ricordare la mancanza di pace in un Medio Oriente ancora prigioniero della guerra». Sarà anche musulmana. Ma quell’abito le stava da dio.