L’arbitro del derby Morganti: «Mi promuovo per l’impegno»

«Ho rivisto in tv il derby, soprattutto gli episodi più importanti - così Emidio Morganti, contestato arbitro di Lazio-Roma -. Ho guardato più attentamente il secondo tempo per migliorarmi, mi promuovo per l’impegno. Condizionamenti? Non avevo letto nulla, ma quando entri in campo ti danno comunque addosso». E sulle proteste laziali ha ironizzato: «Non ricordo i risultati dei miei precedenti derby...» (due vittorie biancocelesti, ndr). L’arbitro ha spiegato il fuorigioco fischiato alla Roma. «Il guardalinee mi ha chiesto di chi era stato il tocco per Borriello, io gli ho risposto che era stato di Riise e a quel punto, in ritardo, ha alzato la bandierina». Pur non riferendosi al rigore chiesto da Mauri, ha poi ammesso: «In una partita ci sono tante situazioni, in particolare sui cross, in cui un arbitro è “impallato“ dai giocatori in area. La moviola? Non descrive la realtà che noi vediamo in campo, serve però per studiare i nostri movimenti».