L’archetipo? Ora lo si celebra sulle punte

Ariela Piattelli

Un modo per avvicinarsi all’arte coreutica lo offre - come ogni anno - la rassegna «Invito alla danza», ospitata all’Accamdeia tedesca di Villa Massimo dal 4 al 28 luglio. Anche quest’anno il programma prevede spettacoli di compagnie italiane e straniere con prime assolute e delle vere e proprie chicche, come la Compania de Tango Roberto Herrera, che sarà in scena il 4 e il 5 luglio: per la prima volta in Italia, Roberto Herrera, figura di spicco del tango argentino, si esibirà in uno spettacolo-racconto sulle tangherie di Buenos Aires.
Per gli amanti del tango e del flamenco segnaliamo inoltre le serate del 18 e 19 luglio, in cui si esibirà la Compania Maria Serrano in Flamentango. La più antica compagnia britannica di danza, la Rambert Dance Company (fondata nel 1926), si esibirà in prima assoluta a Roma venerdì 8 e sabato 9, proponendo coreografie moderne, insieme con performance di tradizione classica.
Una nuova produzione del Balletto di Roma sarà in scena il 13 luglio: «Serata per tre», tre coreografie di diversi stili, tra cui un grande classico della compagnia presentato per l’occasione in una nuova versione.
«Invito alla Danza» propone anche una sezione della rassegna dedicata agli archetipi dell’occidente, «Chi è di scena? (Walking through the past)»: i solisti del balletto di Hannover saranno in scena l'11 luglio con Otello, una coreografia del giovane coreografo italiano Mauro de Candia. In prima europea il 15 luglio, la compagnia Cas Public, fondata e diretta dalla coreografa Hélène Blackburn, proporrà un classico delle favole moderne, Barbablu di Charles Perrault. Il 22 luglio arriverà da San Francisco lo Smuin Ballet per presentare al pubblico della capitale il nuovo spettacolo Dancin' with Gershwin & Sinatra: la commedia musicale americana degli anni ’50 raccontata attraverso la ricostruzione delle coreografie di film e spettacoli celebri. La Compagnia del Teatro Nuovo diretta dal coreografo Luciano Cannito (con la partecipazione dell'étoile Viviana Durante) sarà in scena il 26 luglio con lo spettacolo Carmen- una storia mediterranea.
Chiuderà la rassegna il Balletto Teatro di Torino diretto da Matteo Levaggi con Caravaggio, che offre un’interpretazione degli stati d’animo e della vita interiore del grande artista. Info: 06-44291136, www.invitoalladanza.it.