L’architetto si rimangia tutto. Ma "il Giornale" ha la registrazione

Ecco la nota dello studio legale dell’avvocato romano Gianluca Olivetti: «Con la presente in nome e per conto del mio assistito architetto Massimo Pelliccioni, giusta procura, per smentire l’articolo apparso su il Giornale il 7 ottobre 2010 dal titolo “Confessa anche l’architetto dei Tulliani” a firma di Gian Marco Chiocci e Massimo Malpica.
L’architetto Massimo Pelliccioni dopo insistenti e continue telefonate e richieste di incontri ha semplicemente affermato dal suo cellulare, che tra l’altro si sentiva non chiaramente, di conoscere da diverso tempo Tulliani in qualità di cliente e di aver effettuato per suo conto un lay-out per l’appartamento di Roma. Nel merito si disconoscono le affermazioni riportate nel suddetto articolo con riserva di adire le opportune sedi giudiziali e di rivolgersi al competente Ordine professionale dei giornalisti».
Avv. Gianluca Olivetti


***
Dopo aver negato proprio al «Giornale» (quando a metà settembre siamo andati a bussare alla porta del suo studio romano) di aver mai conosciuto Giancarlo ed Elisabetta Tulliani e di non sapere nulla della casa di Montecarlo (nonostante l’esistenza di sue e-mail inviate al costruttore monegasco Luciano Garzelli i giorni 25 giugno 2009, 15 settembre 2009 e 20 ottobre 2009), nell’intervista pubblicata ieri mattina sul Giornale l’architetto dei Tulliani, Massimo Pelliccioni, sembrava aver ritrovato la memoria. Non solo ammettendo la conoscenza dei Tulliani, ma confermando di aver fatto «un lay-out» dell’appartamento, nel corso di due telefonate nelle quali Pelliccioni ha risposto a domande esplicitamente relative alla casa di Montecarlo (costruttore del Principato Garzelli, la cucina, ecc).
Poi, ieri pomeriggio, attraverso il suo avvocato, l’architetto Pelliccioni ha disconosciuto le sue affermazioni «con riserva di adire le opportune sedi giudiziali e di rivolgersi al competente Ordine professionale dei giornalisti», come potete leggere nel comunicato riportato qui sopra. Ebbene, non possiamo che confermare il testo di quell’intervista. Al professionista, e naturalmente al suo avvocato, mettiamo a disposizione, sul sito web del Giornale, i file audio delle due interviste registrate mercoledì, così che entrambi possano verificare personalmente se quanto poi trascritto nell’intervista pubblicata sul Giornale corrisponda oppure no a quanto dichiarato dal signor Pelliccioni.

GMC-MMO

Ecco i file audio: ascolta 1 - 2