L’archivio di Oriana Fallaci va alla Fondazione Corriere della Sera

La Fondazione Corriere della Sera e l’erede di Oriana Fallaci, Edoardo Perazzi, hanno firmato una convenzione per il deposito dell’archivio personale della scrittrice e giornalista presso la stessa Fondazione. Il fondo raccoglie documenti dagli anni ’60 al 2006. Il deposito, oltre a numerosi oggetti personali, comprende le bozze con molte correzioni manoscritte di articoli e libri, da «Penelope va alla guerra» a «Un uomo», da «Niente e così sia» a «Lettera a un bambino mai nato» fino a «Insciallah».