L’Arezzo fa ricorso al Tar

da Arezzo

L'Arezzo ricorre al Tar contro la penalizzazione di sei punti in classifica nel campionato di serie B in corso. E diventa così l’unica società del calcio italiano ad aver scelto questa strada, più volte minacciata da altri club, ma mai adottata anche grazie agli appelli provenienti da tutti i gradi della giustizia sportiva e dello sport in genere, di non mischiare il calcio con la giustizia ordinaria.
«Dal lodo della Camera di Conciliazione e Arbitrato del Coni, che ha confermato la decisione della Corte federale - spiega una nota ufficiale dell'Arezzo - non è emerso alcun profilo di responsabilità diretta per illecito sportivo di dirigenti o dipendenti dell'Arezzo e, nonostante ciò, ci è stata inflitta una pesante sanzione. La società, ritenendo di aver subito un ingiusto pregiudizio, ha pertanto invocato l'intervento della giustizia amministrativa a tutela dei propri legittimi interessi, investendo della questione il Tar del Lazio».