L’Armani ingaggia il playmaker Booker

Uscire dal tunnel: imperativo categorico per un’Armani Jeans in piena crisi di gioco e di identità - solo 2 vittorie in 8 gare, ultimo posto in classifica - e travolta non più tardi di un mese fa dalla messa in vendita del presidente Giorgio Corbelli, dalle dimissioni del general manager Gino Natali e dalla cacciata del tecnico Zare Markovski. Per uscire dall’astinenza di vittorie si aggrappa a una vecchia conoscenza: il playmaker statunitense Melvin Booker, già a Milano nel 1998/1999 nell’allora Sony, che sarà agli ordini del tecnico Caja già da domani mattina. Per Booker si tratta di un ritorno in Italia dopo un lungo girovagare nei palazzetti di mezzo mondo: nato in Mississippi nel 1972 ha giocato in Italia (Milano e Pesaro), negli Stati Uniti - Nba, Ncaa e Cba - e in Turchia, dove con la maglia dell’Ulker Instanbul ha vinto due Coppe di Turchia e una Turkish President Cup.
Nel frattempo il quintetto di Caja tenterà oggi nel derby lombardo contro Varese (ore 12 in diretta televisiva SkySport 2) di strappare la terza vittoria stagionale e lanciare così la rimonta verso un posto nei play-off. Ieri mattina non si è allenato Cheyne Gadson per il riacutizzarsi del problema al piede della scorsa settimana, ma domani sarà sicuramente nei 12 a disposizione del tecnico.