L’«Armata Brancaleone» di Vanzina in un’Italia post crisi energetica

Nella commedia di Carlo Vanzina, un’Armata Brancaleone postmoderna, una crisi energetica porta un manipolo di picari, capitanati da Diego Abatantuono a sognare la riunificazione d’Italia. La penisola è in pieno Medioevo, spezzettata tra il Sultanato delle Due Sicilie, la Repubblica Longobarda e la Repubblica-Mortadella, cioè l’Emilia-Romagna. La situazione è grave se a Cefulabad è vietata la carne di maiale. Ad alleviare la disperata impresa comica dei nostri, intervengono Unna (Andrea Osvart) e Donna Mara (Sabrina Impacciatore), ladruncola che fa perdere la testa a Michele (Emilio Solfrizzi), a Tony (Dino Abbrescia) e pure al capo della «mission imbossible». Domina il vernacolo tipico di Abatantuono, amante delle storpiature linguistiche, che ravvivano non poco il ritmo.

2061. UN ANNO ECCEZIONALE (Italia 2007) di Carlo Vanzina, con Diego Abatantuono, Sabrina Impacciatore, Emilio Solfrizzi. 110 minuti