«L’Arpal vigila, Sestri Levante intanto muore»

«La Regione vigila, controlla, monitora. Ma Sestri Levante ha bisogno di atti concreti». La protesta è di Graziano Stagni, capogruppo di Forza Italia nella città del levante ligure. L’ha mandato su tutte le furie la notizia che «la Regione ha finanziato con 1.750.000 euro la qualità dell’ambiente, dando 1.300.000 all’Arpal per ispezioni, dotazione di strumenti, educazione ambientale, e solo 200.000 a Sestri Levante per avviare la bonifica della miniera di Libiola». Insufficienti quei fondi, scandisce Stagni, «anche per il solo avvio della bonifica della miniera dove, alcuni decenni addietro, sono stati smaltiti i rifiuti solidi urbani della città». E poi, altro che monitoraggi: Sestri, elenca l’azzurro, aspetta «lo spostamento e la ricostruzione del depuratore delle acque nere, la ricostituzione dei boschi distrutti dagli incendi di questi ultimi anni e la bonifica dall’amianto delle spiagge di S. Anna e la loro messa in sicurezza in modo definitivo senza ulteriori tentennamenti».