L’arte contemporanea sbarca a Shanghai

È stata presentata ieri a Milano «ShContemporary», la fiera organizzata a Shanghai, dal 6 al 9 settembre, per portare alla luce i talenti dell’arte contemporanea asiatica. L’iniziativa è organizzata da «Bologna Fiere» in collaborazione con il gallerista svizzero Pierre Huber e Lorenzo Rudolf, già direttore per quasi dieci anni di «Art Basel». Per quattro giorni 101 gallerie d’arte di tutto il mondo esporranno nello Shanghai Exibition Center, monumentale edificio, dono di Stalin a Mao Tse Tung. «Con il boom economico - ha spiegato Rudolf - l’Asia intera, non solo India e Cina, ha vissuto una liberazione artistica ed ora è un potenziale enorme mercato». La fiera sarà divisa in tre spazi, una galleria tradizionale e due sezioni speciali: «Best of discovery», con 20 artisti emblemati del panorama asiatico; e «Best of artists», una vetrina per 15 artisti orientali, che esporranno le loro opere per la prima volta.