L’arte «Corrente» arriva a Milano

«Corrente» significa espressione e libertà, rifiuto della chiusura e apertura alla cultura; significa parlare agli uomini con parole di vita.
Nato dall’omonima rivista, fondata a Milano nel 1938 dal 17enne Ernesto Treccani, il movimento «Corrente» vide al suo interno intellettuali e artisti quali Vigorelli, Lattuada e Comencini, Fontana, Sassu e Guttuso. E così Palazzo Reale si apre a «Corrente: le parole della vita. Opere 1930-1945», la mostra che raccoglie un centinaio di dipinti e sculture, provenienti da collezioni private e da musei italiani e svizzeri, del movimento alternativo che ispirò una nuova forma di libertà espressiva.