L’arte del profumo: sfida in città tra i maestri d’aroma Fiori, frutti e piante: è boom di laboratori che creano fragranze per gli ambienti

La dolcezza zuccherina dei fichi della macchia mediterranea, le note insolite di aneto riscaldate dai legni più aromatici, la ricca polpa della pera illuminata dalle note frizzanti dello zenzero. Queste sono solo alcune delle fragranze per ambiente che ormai non rappresentano più a Milano un mercato di nicchia, bensì un ampio commercio per i patiti dei profumi più raffinati alla Serge Lutens o Annich Goutal. A Milano, infatti, pare sia diventata una vera e propria mania, quella di profumare l'ambiente con le fragranze più ardite. Il primo negozio in Italia sulle profumazioni per ambiente fu proprio a Milano: Profumo (via Brera n. 6 tel. 02.72023334) che oggi tra composizioni di incensi e fialette odorose, accontenta anche i più fanatici intenditori milanesi. I caldi sentori del castagno e della corteccia, l’asprezza irresistibile della mela cotogna, l’evanescenza persistente del fiore di melograno, sono solo alcune delle oltre 30 diverse fragranze di Culti (corso Venezia n. 53 tel 02.780637 www.culti.it) ideate da Alessandro Agrati, mente e cuore della maison, che nel lontano 1990 ha inventato un nuovo modo di profumare gli ambienti: bacchette di midollino trattate a vapore immerse in eleganti flaconi colmi di fragranza che rilasciano in modo graduale e costante il profumo. E ancora il Nebulizzatore spray, le Candele Coniche, le essenze pure e i Cuscinetti Profumati da portare sempre con sé. Nello storico showroom di corso Venezia si può scegliere la propria fragranza dalle celebri Aria pitosforo e sandalo, Acqua tuberosa e legni, Terra agrumi e vaniglia, Fuoco ambra e spezie, alle nuovissime Ode Rosae dedicata alla rosa del Marocco e M’ale al limone e castagna. Il raffinato negozio Acqua di Parma (via Gesù n. 3 tel. 02.76023307 www.acquadiparma.it) propone un’esperienza olfattiva, partendo da un prodotto storico come il profumo Acqua di Parma e che continua con le candele profumate di Acqua di Parma. La Candela Avorio, per esempio, è di candida cera miscelata all’essenza di tiglio; la Candela Rubino emana una fragranza di sandalo e conifere. I grandi profumi si trovano anche a l’Olfattorio Bar à Parfum (via Brera n. 23 tel. 02. 72004400 e via Bagutta n. 8 tel. 02. 76001218 www.cithera) dove si possono “assaggiare” le fragranze in coppette olfattive come sommelier. Con esclusivi accessi ai marchi The Different Company, dai preziosi e sontuosi contenitori di cristallo o alluminio, e Les Parfums de Rosine, ovvero le varie declinazioni della rosa. La filosofia della stilista inglese Jo Malone (in via Santa Maria alla Porta n. 13 tel. 02.80502719 www.jomalone.com) invita a mischiare due o più fragranze per creare un profumo personalizzato. Qui si possono valorizzare o sovrapporre dalle celebri agrumate LimeBasil&Mandarine e Grapefruit alle calde Nutmeg&Ginger e Amber&Lavander nel tasting bar. Deliziose anche le acque odorose della collezione di Jo Wood, celebre moglie e musa di Ron dei Rolling Stone.