L’articolo del Giornale sul sito romeno I lettori: «Gli italiani hanno ragione»

I reati commessi dagli immigrati romeni in Italia diventano un caso anche in Romania. A sollevare il caso un articolo del Giornale di mercoledì 23 aprile, che è stato tradotto e ripubblicato dal sito Internet di Adevarul, uno dei due quotidiani più venduti in Romania. Suscitando un vero e proprio polverone: decine di commenti o line dei lettori, indignati per il comportamento dei rom in Italia. Come scrive uno di loro, in un post dal titolo (in romeno) «Bravo Berlusconi», «se non siamo in grado noi di fare ordine, che lo facciano loro. Che cosa faremmo se 100mila operai albanesi o kazaki compissero tutti questi stupri e rapine a Bucarest? Sarebbero tutti contro». Come spiega Cornell Toma, capo dell'ufficio milanese di Adevarul, «il fatto è che in Romania, a differenza che in Italia, c'è la certezza della pena. Se hai sbagliato paghi, anche per i piccoli reati e per le condanne inferiori ai due anni. Gli immigrati che vengono in Italia lo sanno e se ne approfittano».