L’Artistico senza regole Mancano 7 certificazioni

Un altro esempio di distacco tra interventi della Provincia e necessità di adeguamento dell’edificio scolastico è l’Istituto statale d’arte «Roma 3» di piazza Decemviri, alla periferia Sud della capitale. Qui l’amministrazione guidata dal «piddino» Nicola Zingaretti interverrà per adeguare l’impianto elettrico rendendolo «a norma», ma è prevista anche la ristrutturazione dei locali prima adibiti ad alloggio del custode per ricavarne ambienti scolastici da destinare all’attività didattica. La somma stanziata, in questo caso, è pari a 153mila euro. E anche in questo caso il dossier presentato da Azione giovani «plaude» alla messa in sicurezza dell’impianto elettrico, ma sottolinea anche le carenze documentali dell’istituto: «La scuola risulta ancora sprovvista - si legge nel rapporto di Ag - dei certificati di agibilità, collaudo statico, conformità impianto idro-termo sanitario, conformità dell’impianto di protezione anti-incendio, accorgimenti superamento barriere architettoniche, denuncia impianto messa a terra e registro di prevenzione anti-incendi».