L’asilo nido? A Montecitorio

C’è posta per Gianfranco Fini. A scrivere al presidente della Camera è Donatella Poretti, ora senatrice radicale eletta con il Pd. Nella scorsa legislatura la Poretti era una deputata neo-mamma alle prese con la necessità di conciliare il lavoro d’aula con l’allattamento della piccola Alice. Un’esigenza soddisfatta con la creazione di una nursery provvisoria. Ora, pur essendo passata a Palazzo Madama, la parlamentare ha deciso di ricordare l’impegno per allestire un asilo nido a Montecitorio. «L’obiettivo - scrive - non è ricavare l’ennesimo privilegio ma dotare, a spese di chi ne fruisce, anche le massime istituzioni italiane, uniche in ambito Ue a non disporne ancora, di un servizio a tutela delle pari opportunità».