L’assessore Croci «Così cambia il centro: gratta e sosta a 2 euro e via i jumbo tram»

Due al mese, hanno iniziato a sparire già da metà 2008. «Ora diamo un’accelerata». Via i jumbo tram dal centro. Troppo ingombranti e a rischio incidenti. «Circoleranno solo lungo le direttrici esterne», spiega l’assessore alla Mobilità del Comune Edoardo Croci. Che mette a punto i piani del 2009: dallo sviluppo del car sharing, che a breve debutterà (per assessori, dirigenti, tecnici) anche a Palazzo Marino, ai cantieri della M4, che apriranno nell’arco di sei mesi. Tutto scritto nella relazione al bilancio di previsione approvato dal consiglio alla vigilia di Natale. Che prevede anche l’aumento del gratta e sosta in centro: 2 euro l’ora. Il rincaro scatterà in primavera («dobbiamo installare i cartelli» spiega).
Per i mezzi pubblici, assicura Croci, sarà «un anno di grandi trasformazioni» a partire da una comunicazione più efficace sui ritardi («il sistema delle paline è ancora inefficace») e un unico sito web dove vedere la situazione in tempo reale - car sharing, bike sharing, posti liberi nei parcheggi di interscambio, mezzi Atm bloccati - e scegliere così il proprio percorso. Per le metropolitane, a bilancio 1,3 miliardi per i prossimi tre anni. Già a dicembre si arriverà al Forum di Assago con la «verde». Per un’aria più pulita in arrivo una società comunale che progetterà piani di efficienza energetica. E semafori e luci della città tutti a basso impatto.