L’assessore imbucato resta senza sponsor e dura soltanto 24 ore

Più o meno come quando sposo e sposa scoprono, alla fine della cerimonia, che quella signora che si avventava sul rinfresco non era in realtà la lontana zia di nessuno, ma una sconosciuta «imbucata» al matrimonio. Una sensazione simile deve averla provata ieri il presidente della Provincia di Agrigento Eugenio D’Orsi (Mpa), che ventiquattro ore dopo aver fatto giurare la sua nuova giunta si è reso conto che uno dei suoi assessori, tale Settimio Cantone, nessuno sapeva bene da dove provenisse. Prima l’Udc - partito a cui Cantone aveva aderito poche ore prima del rimpasto in giunta - e poi il Pdl hanno negato di aver inserito Cantone nell’elenco dei nominabili della nuova giunta. Che fare con un assessore fresco di nomina ma disconosciuto dai partiti di maggioranza in Consiglio? A levare l’imbarazzo D’Orsi ci ha pensato Cantone stesso, dimettendosi.