L’assessore Mezzi: «Andava esteso a un’area più vasta»

«Credo che il ticket d’ingresso in città, così come è stato pensato, non serva a nulla perché, per il suo ambito eccessivamente ristretto e per il sistema di esenzioni dal pagamento e di ingressi facilitati che prevede, non potrà avere efficacia». Parola dell’assessore al Territorio della provincia di Milano, Pietro Mezzi, sull’Ecopass, il provvedimento voluto dalla giunta Moratti che entrerà in vigore il prossimo 2 gennaio. Per l’assessore provinciale, che ieri, in un convegno, ha illustrato la prima edizione del rapporto di sostenibilità dei 189 Comuni dell’area metropolitana milanese, «Milano non è il solo centro a soffrire delle cattive condizioni dell’aria e quindi applicare il provvedimento solo alla cerchia dei Bastioni non risolverà il problema dell’inquinamento». Sarebbe stato meglio, ha concluso, «applicare il provvedimento su un’area più vasta, sostenuto dallo sviluppo del sistema del trasporto pubblico».