L’assessore è un po’ maleducato E Russo cambia ancora bandiera

Che sarebbe successa una rivoluzione nel IV Municipio della Valbisagno era nell'aria infatti, alle accuse trasversali che da tempo si lanciano tutti i consiglieri del Municipio, nel consiglio di ieri sono seguiti alcuni colpi di scena. Una infuocata assemblea che precede di 5 giorni quella pubblica, voluta dall'opposizione, sul tema della sicurezza, con la presenza della sindaco Marta Vincenzi e dell'assessore alla sicurezza Francesco Scidone. Il primo colpo di scena giunge dal consigliere Giuseppe Russo che, a conferma delle accuse di falso in atto pubblico, omissioni di atti d'ufficio, illecito amministrativo e abuso di potere, rivolte ai suoi colleghi di maggioranza, in occasione del consiglio del 27 luglio scorso, dichiara di dissociarsi dal gruppo di appartenenza e passare al gruppo misto. Stessa sorte di Andrea Brundu di Alleanza Nazionale. I due «dissociati» si sono già messi d'accordo sulle cariche all'interno del gruppo: presidente sarà Giuseppe Russo (che sarà anche presidente della commissione prima) mentre a Brundu andranno la seconda e terza commissione. Si è discusso in seguito sull'interrogazione presentata da Emanuele Galassi, consigliere di Forza Italia del Municipio IV: una mozione presentata sulla corretta affissione dei manifesti municipali. Secondo il consigliere e tutta la coalizione d'opposizione, gli stendardi del comune anzi che pubblicizzare le iniziative del Municipio, come per esempio la prossima assemblea pubblica sulla sicurezza in Valbisagno con la partecipazione della Vincenzi, sono usati per affiggere fogli ciclostilati di circoli privati o iniziative private di singoli cittadini. "L'unico manifesto che avvisa la popolazione sull'assemblea pubblica, dichiara Galassi, lo abbiamo affisso a Sant'Eusebio ed è l'unico affisso in tutta la Valbisagno". Infine, da non dimenticare la denuncia protocollata da Fiorella Bazurro, capogruppo della Lista Biasotti circa, secondo le sue dichiarazioni (riportate anche sulla denuncia che probabilmente presenterà alle forze dell'ordine), la continua maleducazione del vice presidente del Municipio, nonché assessore alla cultura Sergio Pagnoni, il quale, a coloro che si rivolgono a lui per venire a conoscenza del programma e del suo operato, stando alle parole riportate nella denuncia, risponde a tutti, «fatevi i c… vostri». «Un comportamento, dichiara Bazurro, non certo consono a chi riveste un così importante incarico».