L’assessore promette: presto ci saranno altri 1700 posti. Anche Rifondazione attacca la Giunta: troppe disparità di trattamento Il Comune dei bambini senza asilo nido Su quindicimila domande presentate oltre novemila sono inevase perché non c’è posto

Niente posto negli asili romani per 9.475 bambini. Quasi quindicimila le domande presentate, due terzi delle quali sono rimaste inevase per carenza di spazi nelle strutture comunali. L’assessore capitolino alla Scuola, Maria Coscia, assicura che entro breve tempo saranno disponibili altri 1700 posti, ma la promessa non placa le ire dell’opposizione che parla di «una gestione fallimentare». E se Alleanza nazionale punta il dito contro «le amministrazioni di sinistra che per dodici anni hanno fatto poco o nulla per risolvere il problema», anche da Rifondazione comunista piovono critiche sulla Giunta capitolina: «L’accesso ai nidi pubblici - dice la consigliera comunale Adriana Spera - non può più essere inteso come un servizio all’utenza ma come un diritto dei cittadini».