L’assessore protesta: perché a me niente invito?

In campagna elettorale, si sa, ogni pretesto è buono per apparire, ogni occasione va sfruttata fino in fondo e nessuno dei candidati è disposto a lasciarsi nsfuggire la possibilità di stringere un po’ di mani o di tagliare qualche nastro. Ne è prova la protesta ufficiale dell’assessore ai lavori pubblici della Regione Lazio, Vincenzo Maruccio (che, ovviamente, si candida) «per il mancato invito dei rappresentati regionali all’inaugurazione dei lavori del nuovo casello di Guidonia». A stretto giro di posta è arrivata una nota di Autostrade per l’Italia che «si rammarica per quanto accaduto» e precisa che «Autostrade per l’Italia non si è occupata degli inviti che sono stati gestiti dal comune di Guidonia che ha organizzato l’evento. Peraltro, all’azienda era stato assicurato l’inoltro degli inviti anche ai rappresentanti della Regione Lazio interessati. Evidentemente c’è stato un disguido del quale Autostrade per l’Italia non può essere in alcun modo responsabile». E in futuro, prima di mandare qualcuno l’azienda «verificherà che tutte le istituzioni di riferimento siano state coinvolte».