L’assessore si autotaglia lo stipendio

Ci aveva già provato, sperando di trovare seguaci: l’assessore Pdl ai Lavori pubblici del Veneto Massimo Giorgetti, ben prima che si parlasse della necessità di fare tagli e ridurre le indennità, aveva deciso di lasciare alla Regione Veneto una quota del suo stipendio di assessore e consigliere regionale. Ma allora era rimasto l’unico a dare il buon esempio. Adesso ci riprova: «Dal primo settembre lascerò nelle casse della Regione del Veneto il 10% della mia indennità mensile» ha spiegato Giorgetti, che rinuncerà a circa 600 euro in favore delle casse dell’ente. E la speranza, almeno questa volta, è di essere imitato: «Non solo per una questione meramente economica - spiega Giorgetti - ma per dare un segnale ai cittadini in un momento difficile». Speriamo che l’assessore a questo giro riesca a far proseliti.