L’assessore Veardo: «Niente tagli al biologico»

(...) come il 22 dicembre. Le assenze, inoltre, verranno comunicate al mattino presto in modo da non cucinare pasti inutili. Una convenzione, invece, è stata siglata con la Guardia di Finanza per procedere ai controlli delle dichiarazioni Isee (Indicatore di situazione economica equivalente). Le fiamme gialle hanno già scoperto che il 10 per cento delle dichiarazioni presentate non corrispondevano al vero. «Per quanto riguarda la scuola, stiamo cercando di individuare dove sono gli sprechi, per ridurli e fare fronte alla mancanza di fondi». Intanto il senatore Enrico Musso (Pdl) ha presentato un’interrogazione parlamentare al ministro della Pubblica Istruzione Mariastella Gelmini per suggerire la costituzione di gruppi di acquisto presso le singole scuole al fine di ridurre i costi dei grembiuli e uniformarne le caratteristiche e prevenire così potenziali effetti discriminatori.
«Condivido in pieno il provvedimento che reintroduce l’obbligo del grembiule scolastico - sottolinea Musso - soprattutto perché frena la corsa agli abitii firmati dei ragazzi, devastante per il portafoglio e per il carattere. Tuttavia l’acquisto del grembiule da parte delle singole famiglie ripercuote le differenze qualitative e di marca sul grembiule stesso vanificando in parte il provvedimento e scatenando rincari ingiustificati e insostenibili per molte famiglie. Quindi costituire gruppi di acquisto mira a rendere più efficace il provvedimento introducendo divise per i singoli istituti».