«L’assistenza è tradizione»

Ci sono uomini che pensano al futuro delle loro donne. Bayere Amado, presidente dell’associazione Gnasikum per lo sviluppo sociale e culturale del Burkina Faso, è uno di questi. Amado crede che le donne africane dovranno presto considerare il lavoro di badante come un’opportunità per integrarsi in Italia. «Dobbiamo trasformare la cura degli anziani in una professione qualificata - spiega - e adatta alle nostre compagne, abituate a farsi carico della famiglia già da piccole». Circa 500 a Milano e provincia, gli immigrati del Burkina Faso non sono numerosi «ma quasi tutti regolari», precisa Amado. La sua associazione intende sostenere nelle prossime settimane la necessità di partecipare al corso di formazione settembrino: «Non sottovalutiamo la capacità delle nostre donne».