L’Atalanta cerca lo sprint per la volata-promozione La spingono 20mila tifosi

Ancora poche curve e poi le aspiranti alla promozione affrontano il lungo rettilineo che porta alla sospirata serie A. Mancano 15 partite alla conclusione del campionato e l’Atalanta capolista ospita il Sassuolo dell’ex Gregucci, un avversario che soltanto ora, dopo tante tribolazioni, è riuscito a staccarsi dalle zone basse della classifica. I nerazzurri, imbattuti da 10 turni e con la difesa più ermetica (appena 18 i gol subiti e con la porta di Consigli inviolata da 5 partite), hanno il proprio punto debole nella linea d’attacco che va in rete col contagocce (32 i gol segnati). Un problema che Colantuono è chiamato a risolvere visto che nella volata finale è necessario sfruttare al massimo tutte le occasioni. Per questa ragione, oltre a un normale turn-over in vista dell’impegno di mercoledì prossimo (i nerazzurri saranno impegnati in trasferta a Torino), oggi l’allenatore Colantuono si affida alla coppia Ruopolo-Marilungo con Tiribocchi e Ceravolo in panchina. Alle spalle dei due è confermato Doni, che nonostante le molte primavere resta l’unico capace di inventare trame d’alto spessore tecnico. Le novità, però, non finiscono qui. Difatti, per Raimondi squalificato è pronto al rientro Peluso mentre a centrocampo Del Vecchio prende il posto di Carmona. A proposito della difficoltà realizzativa, Colantuono ha detto: «Siamo a secco da due partite, è vero. Ma la continuità e l’equilibrio in campo sono molto più importanti dei grandi bottini sotto porta. Abbiamo patito l’assenza di Ruopolo per un certo periodo, ora siamo a pieno organico anche nel reparto offensivo». Insomma, tutto è pronto per lo sprint, davanti ai «soliti» 20mila che non vedono l’ora di accompagnare i nerazzurri nel calcio che conta. Le probabili formazioni: Atalanta (4-4-2): Consigli; Bellini, Capelli, Talamonti, Peluso; Ferreira Pinto, Barreto, Del Vecchio, Doni; Marilungo, Ruopolo. Sassuolo: (4-3-1-2): Bressan; Rea, Bianco, Piccioni, Donazzan; Valeri, Magnanelli, De Falco; Riccio; Bruni, Catellani. Arbitra il triestino Piero Giacomelli, 34 anni, promotore finanziario.