L’ Atalanta sveglia il Chievo che sogna

Verona. Simone Loria è l'eroe della domenica. Il suo gol capolavoro ricorda le prodezze più belle della storia del calcio e gli accostamenti con grandi goleador come Van Basten o il leggendario Piola non sono irriverenti. Una sforbiciata dal limite di destro con palla che si insacca sul palo opposto, un vero e proprio capolavoro, un gesto tecnico che resta nella memoria. Il Chievo è costretto a masticare amaro, ma alla fine le recriminazioni sono tutte dell'Atalanta. Clamoroso, infatti, il rigore negato agli orobici proprio in chiusura di sfida. Netto il fallo di mano di Sammarco ad impedire che il pallone arrivasse a Doni tutto solo davanti a Sicignano. Chievo finalmente Chievo per un'ora buona. Pressing costante, squadra corta, due gol, ma evidentemente non basta agli ultrà che nel dopo gara incontrano Del Neri. Ma Colantuono mescola bene le carte e cambia decisamente volto all'Atalanta dopo il gol di Pellissier del raddoppio gialloblù. Colantuono getta nella mischia Ferreira Pinto e il portoghese manda in tilt la retroguardia scaligera, prima dando l'assist a Zampagna, poi dando il là all'azione che porta al gol straordinario di Loria. Sandro Benedetti