L’Athletic onora il Torneo Gensini

L’Albaro conquista i primi posti alla kermesse di Tanca

Athletic Club protagonista al Torneo Gensini della Spezia.
Gli albarini hanno ottenuto un quarto, quinto, sesto e settimo posto al Torneo Gensini, manifestazione internazionale di calcio giovanile che si è svolto sul campo Tanca della Spezia.
Questo nel dettaglio il percorso delle varie leve della società genovese.
Leva 1996
I ragazzi di mister Bottazzi hanno chiuso il torneo con un ottimo quarto posto, frutto di tre vittorie e una sola sconfitta (purtroppo decisiva, quest’ultima, ai fini dell’esclusione dei gialloneroverdi dal girone finale per il primo posto).
L’avventura di Imperato e compagni era cominciata alla grande, con una vittoria per 1 a 0 sullo Spezia (rete di Vito), poi è arrivata la sconfitta col Bradia Azzurri (0-3) che ha significato l’addio alle speranze di vittoria finale.
Nella seconda giornata, due successi in due gare e meritato quarto posto finale.
Battuti il Canaletto per due a zero (doppietta di Lanino) e la Santerenzina.
Leva 1989
Un quinto posto «virtuale», quello ottenuto dall’Athletic. Sì, perché questo quinto posto vale in realtà una bella medaglia di bronzo, e fra poco capiremo perché. Gialloneroverdi beffati nella prima fase: una vittoria e una sconfitta ai rigori, con Spezia e Obilic Belgrado, al termine di due sfide terminate a reti bianche.
L’Athletic è stato considerato così quinto a tavolino, e ha disputato un triangolare «amichevole», nel quale ha ottenuto eccellenti risultati contro le migliori formazioni del torneo, dimostrando per questo di valere almeno il podio: battute, infatti, proprio l’Obilic (1 a 0, rete di Tosto) e il Canaletto (3 a 0, gol di Tosto, Pietranera e Imperato).
Leva 1992
Un buon Athletic, quello ammirato alla Spezia, e sesto posto finale forse inferiore ai meriti, visto l’alto tasso qualitativo del gioco espresso dai ragazzi di Marchetti, un po’ sfortunati soprattutto nella gara d’esordio. La prima fase non ha detto bene ai gialloneroverdi: immeritata sconfitta (0 a 1) col Don Bosco Spezia, con un prolungato e inutile assedio dei genovesi alla porta avversaria, e prestigioso successo (1 a 0, rete di Bruccoleri) sul Perugia, che però non è bastato a ottenere l’accesso alle finali.
Nel girone per il quinto posto, una vittoria ai rigori sul Canaletto (la gara si era chiusa sul 2 a 2, gol di Di Perna e Spirio) e un’onorevole sconfitta con l’U.S. Itala San Marco di Gorizia, 0 a 1.
Leva 1990
L’Athletic chiude il torneo con un buon settimo posto, frutto soprattutto di una difesa ferrea, un solo gol incassato in quattro gare.
La possibilità di poter concorrere alla conquista della medaglia d’oro è svanita quasi subito, a causa della sconfitta nella gara d’esordio col forte Pavia, risultato che ha vanificato la vittoria sul Castelnuovo, maturata grazie a un acuto di Vespa. I gialloneroverdi sono stati così relegati nel gironcino di consolazione (0-0 con il Modena e hanno superato di misura il canaletto).