L’attacco di Bagnasco alla cristianofobia

«La Chiesa non ha paura delle persecuzioni, comunque si presentino». È l’arcivescovo di Genova e presidente della Cei, Angelo Bagnasco a pronunciare queste parole dal Monte Figogna in occasione della festa della Madonna della Guardia. Parlando della libertà religiosa Bagnasco ha dichiarato che «dovrebbe appartenere alla coscienza dell’umanità, purtroppo non tutto ciò che è scritto sulle Carte è scritto nelle menti e nei cuori».
«Non sento particolari reazioni di sdegno - ha proseguito-, di condanna verso le persecuzioni sanguinose contro i cristiani nel mondo. La Chiesa non può non alzare la voce, come ha fatto il Papa». Quanto alle ricorrenti accuse di proselitismo alla Chiesa (mosse in India ma anche in Russia), secondo Bagnasco sono infondate: «L’adesione alla fede cristiana è un atto libero di ognuno». Giovedì parlando ai genovesi l’Arcivescovo aveva richiamato la città ad uno spirito di collaborazione e di squadra.