L’attore confessa: «A 18 anni ho avuto problemi con l’alcol»

MDi giorno sul set a combattere Voldemort, di notte a scontrarsi con i demoni della dipendenza dall’alcol: Daniel Radcliffe, la star dei film della saga di Harry Potter, ha confessato che le pressioni psicologiche provocate dal suo stato di ragazzo prodigio lo hanno per anni incatenato alla bottiglia. «Ecco perché adesso non tocco più un goccio di alcol», ha detto alla rivista GQ: «Mi piacerebbe essere la persona che va a una festa e beve due bicchierini, ma per me non funziona. Preferisco restare a casa a leggere». L’attore, che aveva dieci anni quando è stato scelto per la parte del piccolo orfano con la cicatrice sulla fronte, ha detto che l’alcol è diventato un problema per lui quando aveva 18 anni e girava Harry Potter e il Principe Mezzo Sangue.