L’Aurelia segreta si mette in mostra

Dopo un libro e un convegno, ecco anche una mostra (inaugurata ieri) e un blog dedicati alla strada che è anche un simbolo nella storia della Liguria: la via Aurelia. «Una strada, una linea - come scriveva Italo Calvino - che rappresenta la Liguria, che segue l'arco della sua costa, da Ponente a Levante. E una regione che lungo questa strada è cresciuta».
All’Aurelia, alla sua condizione di strada imperiale di prima classe, con una grande storia da raccontare e tanti gioielli da esibire, ma anche al suo futuro, alla via diventata set di diversi film, la Regione Liguria dedica una mostra che resterà aperta nella sala del piano terra della sede di Piazza De Ferrari fino a giovedì 21.
«Aurelia & le altre», questo il titolo dell’esposizione, ospita fotografie e materiale cartografico tratti dall'omonimo volume realizzato dalla Regione con le Edizioni Diabasis col contributo storico e letterario di Massimo Quaini, oltre a due video.
Il primo è un viaggio in pillole dentro i 310 chilometri della via Aurelia, dal confine italo-francese di Ponte San Luigi alla Dogana di Ortonovo, nell'estremo levante, il secondo, attraverso una multivisione su quattro schermi, illustra il percorso, il paesaggio, i giardini, le architetture, le tracce delle antiche strade prima di quella che sarebbe diventata la statale numero 1.
«È un progetto - spiegano in particolare i promotori - che si propone, innanzi tutto, di restituire la strada alla dimensione del viaggio e del racconto. Per vedere consapevolmente, per la prima volta, cose che si avevano da sempre sotto gli occhi, per apprezzare l'Aurelia come una grande macchina per la visione, una vetrina sulla Liguria e sull'idea di Liguria».
Per questo, il volume delle scorse settimane e la mostra in arrivo sono per la Regione il primo passo di un progetto di riqualificazione paesistica del tracciato storico della via Aurelia. A partire dalla riscoperta e dalla riappropriazione della strada da parte delle comunità attraversate. «Quella attuale - spiegano ancora al Dipartimento Pianificazione Territoriale - è una via Aurelia umiliata dalle dispute sulle competenze, costretta dai regolamenti tecnici che la omologano a tutte le altre strade, schiacciata dal problema delle risorse economiche per la sua manutenzione. Ma è prigioniera anche di luoghi comuni paesistici e turistici. Gli stessi liguri non la vedono quasi più».
E per restituire la via Aurelia alla dimensione del viaggio, in termini di piacere e di riscoperta, insieme con la mostra, l’amministrazione regionale apre un blog all'interno del sito www.regione.liguria.it nel quale si potranno raccontare episodi, aneddoti, ricordi e riflessioni legati alla via Aurelia.