L’autista in nero dimentica bimba sul pullmino

L’alunna di prima elementare è stata liberata da un maresciallo della Finanza. L’anziano nei guai anche per essere ignoto al fisco

(...) minuti di paura quando si è accorta di essere stata dimenticata sopra lo scuolabus. La piccola, stanca per la giornata intensa, si era appisolata su uno dei sedili in fondo al pulmino, e l’autista del mezzo, un pensionato di 74 anni, non si è ricordato di accompagnarla a casa. Così, una volta che ha ritenuto di aver finito il giro, si è diretto verso casa, posteggiando lo scuolabus in una strada sotto casa sua, a Multedo. Quando la piccola si è svegliata si è resa conto di essere stata lasciata sola sul pulmino, ed è stata presa da una comprensibile paura. Era già passata un’ora. Per fortuna un maresciallo della Guardia di Finanza alla fine del turno stava dirigendosi a casa a piedi, passando proprio da quel tratto di strada. Il militare ha notato subito la bambina che da dentro il mezzo tentava di richiamare l’attenzione, ed era spaventata. Così, mentre cercava di tranquillizzarla, il militare ha avvisato i colleghi che sono arrivati in divisa e su una delle loro auto. Solo a quel punto la piccola si è convinta ad aprire la portiera del pulmino, mentre sul posto era stata chiamata anche l’insegnante della piccola che frequenta la prima elementare all’Istituto delle suore di Santa Maria ad Nives a Pegli.
Increduli i genitori, entrambi al lavoro, che si erano affidati al servizio di trasporto ritenendo che in quel modo la figlia fosse più accudita. In ansia la nonna, che aveva atteso per più di un’ora l’arrivo della nipotina. E i guai per l’autista smemorato saranno doppi, come fanno notare i militari delle Fiamme Gialle. Infatti il pensionato svolgeva il lavoro di autista in nero.