Per l’auto a idrogeno stanziamenti dell’Ue

Le auto a idrogeno non generano emissioni di gas a effetto serra. Forte di questa consapevolezza, l’Ue punta ad accelerarne l’introduzione. E per misurare il consenso dei cittadini sull’iniziativa invita il pubblico europeo a pronunciarsi sulla proposta di nuove norme comunitarie, miranti a garantire la sicurezza di questo combustibile «pulito». Il progetto di regolamento della Commissione, presentato sotto forma di consultazione pubblica e finalizzato a sviluppare la fiducia dei potenziali acquirenti verso la tecnologia, prevede direttive più precise e vincolanti sui sistemi di stoccaggio. Il programma Ue potrà contare su un contributo da 470 milioni. Il progetto riceverà una somma identica anche dalle industrie Ue. Due, comunque, i principali limiti: il costo della tecnologia (celle a combustibile) ancora altissimo; il fatto che ora l’idrogeno è prodotto essenzialmente dal gas naturale, quindi ha anch’esso un’origine fossile.